“É sempre mezzogiorno” ricetta di oggi 8 Febbraio 2024: pan musichiere dolce di Fulvio Marino

Immergersi nelle tradizioni culinarie italiane è sempre un’esperienza straordinaria, e grazie alle mani esperte di Fulvio Marino, possiamo fare un salto nella provincia di Torino senza muoverci da casa. Oggi, infatti, esploreremo insieme la golosità e la semplicità del pan musichiere dolce, un lievitato dal cuore piemontese che si tinge di festa grazie agli echi ligure della celebre manifestazione sanremese. Questo dolce è perfetto per aggiungere un tocco di dolcezza ai tuoi pomeriggi.

“É sempre mezzogiorno”: pan musichiere dolce di Fulvio Marino – Dettagli ricetta

Tempo di preparazione 20 min + tempo di lievitazione
Numero di Persone 8
Tempo di cottura 20-25 min
Tempo totale 40-45 min + tempo di lievitazione

“É sempre mezzogiorno”: pan musichiere dolce di Fulvio Marino – Ingredienti

  • 500 g di farina 0
  • 200 ml di latte
  • 80 g di uova (circa 1 media)
  • 80 g di zucchero
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • Scorza d’arancia grattugiata
  • 40 g di burro a temperatura ambiente
  • 10 g di sale
  • Uovo per spennellare

“É sempre mezzogiorno”: pan musichiere dolce di Fulvio Marino – Procedimento

Il camino verso la creazione del nostro pan musichiere dolce inizia con l’accoglienza degli ingredienti in una ciotola capiente. Innanzitutto, versiamo la farina setacciata e uniamo il lievito di birra fresco, precedentemente sbriciolato. Avviamo poi il nostro balletto di mescolamento aggiungendo gradualmente la maggior parte del latte assieme alle uova leggermente sbattute. L’obiettivo è ottenere un composto uniforme e senza grumi. Continuiamo amalgamando con cura lo zucchero e il sale, quindi versiamo il latte residuo ed intraprendiamo una danza impastatrice di circa 10 minuti fino alla perfetta omogeneità.

Il momento clou arriva con il burro morbido: lo incorporiamo con affetto, poco per volta, affinché possa essere accolto a pieno nell’impasto. E infine, l’aroma incantevole: la scorza d’arancia grattugiata si unisce al connubio, aggiungendo quel tocco agrumato che stuzzica il palato. Investiamo amore e pazienza mentre il nostro impasto si appresta a una lievitazione rigenerante, protetto da un telo fino al suo procione.

Una volta che il nostro dolce ha raggiunto il volume desiderato e la consistenza soffice, è pronto per essere trasferito in forno, dove il calore farà la sua magia. Dopo una cottura dorata e fragrante, il pan musichiere dolce sarà pronto per essere degustato, sprigionando tutto il suo profumo e la sua bontà.

“É sempre mezzogiorno”: pan musichiere dolce di Fulvio Marino – Consigli e Varianti per la ricetta

Se desiderate apportare un tocco personale al pan musichiere dolce, potete considerare alcune varianti: per gli amanti dei sapori più intensi, aggiungere alla farcitura delle gocce di cioccolato o della frutta secca tritata potrebbe essere un’idea. Se invece volete un gusto ancora più agrumato, potete arricchire l’impasto con scorza di limone grattugiata o addirittura un mix di agrumi. Per un risultato ancora più soffice e allettante, potete eseguire una doppia lievitazione: una prima dopo aver impastato tutti gli ingredienti e una seconda, dopo aver dato forma al dolce. Ricordate di lasciare sempre sufficiente spazio per la lievitazione, in modo che il vostro pan musichiere possa esprimersi al meglio del suo potenziale. Buon divertimento in cucina e buon appetito!

Torna in alto