“É sempre mezzogiorno”: graffe di Carnevale di Fulvio Marino

Le graffe di Carnevale sono una vera delizia del periodo più allegro e colorato dell’anno, un classico intramontabile che appassiona dolcetto dopo dolcetto. La ricetta di Fulvio Marino ci fa entrare in un mondo di sapori autentici e tradizionali, portando in tavola il gusto morbido e l’aroma invitante di queste ciambelle fritte che conquistano al primo assaggio. Prepariamoci quindi a scoprire i segreti per realizzarle perfettamente, seguendo il procedimento fornito dal maestro panettiere in occasione della trasmissione “É sempre mezzogiorno”.

“É sempre mezzogiorno”: graffe di Carnevale di Fulvio Marino – Dettagli Ricetta

Tempo di preparazione Numero di Persone Tempo di cottura Tempo totale
20 min + 3 ore di lievitazione Dipende dalla dimensione delle graffe Qualche minuto per frittura Circa 3 ore e 30 min

“É sempre mezzogiorno”: graffe di Carnevale di Fulvio Marino – Ingredienti

  • 500 g di farina 0
  • 100 g di patate
  • 100 ml di latte
  • 100 g di uova (circa 2 medie)
  • 15 g di lievito di birra fresco
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di burro
  • Scorza di limone
  • 10 g di sale
  • Olio di semi per frittura

“É sempre mezzogiorno”: graffe di Carnevale di Fulvio Marino – Procedimento

Per iniziare, prendiamo una ciotola capiente e vi inseriamo le patate lessate precedentemente e schiacciate con le mani. Aggiungiamo la farina insieme al latte, alle uova, allo zucchero e al sale e iniziamo a mescolare energicamente con un cucchiaio. Proseguiamo poi con l’impasto a mano, per circa 10 minuti, fino ad ottenere una massa omogenea e morbida. A questo punto, è il turno del lievito di birra fresco sbriciolato che introdurremo nell’impasto, continuando a lavorare per alcuni minuti.

Non appena avremo ottenuto un composto liscio e ben amalgamato, aggiungiamo delicatamente i pezzetti di burro morbido e la scorza grattugiata di limone, lavorando ancora fino all’assorbimento completo degli ingredienti. Copriamo con un canovaccio pulito e lasciamo lievitare l’impasto per 3 ore a temperatura ambiente. Trascorso il tempo di lievitazione, preleviamo l’impasto lievitato, formiamo delle ciambelle e friggiamole in olio di semi caldo finché non saranno dorate e croccanti. Lasciamo sgocciolare le graffe su carta assorbente prima di servirle calde e zuccherate.

“É sempre mezzogiorno”: graffe di Carnevale di Fulvio Marino – Consigli e Varianti per la Ricetta

Per rendere le graffe ancora più irresistibili, si possono aggiungere nell’impasto alcuni aromi quali vaniglia o cannella secondo i gusti personali. Per una variante più rustica, si può sostituire una parte della farina 0 con farina integrale. Chi desidera un tocco di originalità può cospargere le graffe, oltre che con lo zucchero semolato, anche con zucchero a velo o glassarle con cioccolato fuso.

Ricordiamoci inoltre che la qualità degli ingredienti è fondamentale: utilizziamo patate farinose e un buon lievito di birra fresco per ottenere il miglior risultato possibile. Buon divertimento in cucina e… buon Carnevale!

Torna in alto