“In cucina con Luca Pappagallo”: castagnole

Benvenuti in un altro viaggio culinario nella pasticceria italiana. Oggi, ci immergeremo nei segreti di una ricetta tradizionale molto amata: le castagnole. Questi piccoli bignè dalla superficie croccante e l’interno morbido sono un piacere irresistibile per il palato. Prepararli a casa sarà semplice e divertente grazie alla guida dello chef Luca Pappagallo, che ci accompagna passo dopo passo per ottenere un risultato impeccabile. Mettiamoci all’opera!

“In cucina con Luca Pappagallo”: castagnole – Dettagli ricetta

Tempo di preparazione 30 minuti
Numero di Persone 4
Tempo di cottura 5 minuti
Tempo totale 50 minuti

“In cucina con Luca Pappagallo”: castagnole – Ingredienti

  • 200 g di farina 00
  • 2 uova
  • 50 g di zucchero semolato
  • 40 g di burro
  • 8 g di lievito per dolci
  • Scorza di 1 limone
  • Scorza di 1 arancia
  • 1 cucchiaio di liquore all’anice
  • Un pizzico di sale
  • Olio per friggere

“In cucina con Luca Pappagallo”: castagnole – Procedimento

Iniziamo la nostra preparazione raccogliendo in una ciotola il latte a temperatura ambiente e le uova. Inseriamo lo zucchero e iniziamo a mescolare energicamente con una frusta manuale. Aggiungiamo il burro ammorbidito e continuiamo a lavorare gli ingredienti. È il momento di profumare il nostro impasto con gli aromi: la scorza grattugiata di un limone, la scorza grattugiata di un’arancia e il cucchiaio di liquore all’anice che conferiranno quel tocco inconfondibile alle nostre castagnole.

Procediamo con l’inserimento della farina, precedentemente setacciata assieme al lievito per dolci. Incorporiamo gli ingredienti secchi in 2-3 volte, servendoci della frusta o, se preferite, di una spatola, per evitare la formazione di grumi e ottenere un composto liscio e omogeneo. Ricopriamo la ciotola con della pellicola trasparente e lasciamo riposare il tutto per 20 minuti in modo che il lievito possa agire e rendere l’impasto ancora più soffice.

Dopo il tempo di riposo, spostiamo l’impasto in una sacca da pasticcere munita di una bocchetta liscia del diametro di circa 1,5 cm. Nel frattempo, riscaldiamo abbondante olio in una pentola, portandolo a una temperatura di circa 170°. Con cura e attenzione, ‘spremiamo’ l’impasto direttamente nell’olio caldo, ricavandone dei pezzettini rotondi di circa 1 cm che potremo staccare grazie all’ausilio di una forbice o un coltellino oliato. Per un’alternativa alla sac à poche, possiamo utilizzare due cucchiaini per formare delle piccole quenelle.

È il momento della cottura. Lasciamo friggere le castagnole fino a che non assumano un colore dorato e omogeneo, girandole delicatamente di tanto in tanto. Una volta cotte, le scoliamo su carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.

“In cucina con Luca Pappagallo”: castagnole – Consigli e Varianti per la ricetta

Per personalizzare ulteriormente le nostre castagnole, potete esplorare diverse varianti aromatizzando l’impasto con vaniglia o cannella, oppure sostituire il liquore all’anice con rum o alchermes. Se preferite una versione più leggera, le castagnole possono anche essere cotte al forno, disponendole su una teglia con carta forno e cuocendole a 180° fino a doratura. Per una sorpresa golosa, inserite un pezzetto di cioccolato o di marmellata all’interno dell’impasto prima di friggere. Infine, prima di servire, spolverizzate le castagnole con dello zucchero a velo per un tocco finale di dolcezza. Buona preparazione e buon appetito!

Torna in alto