“Giusina in cucina”: gigi eoliani di Giusina Battaglia

Scopriamo insieme la deliziosa ricetta dei gigi eoliani, presentata da Giusina Battaglia nel suo programma “Giusina in cucina”. Un viaggio culinario che ci porta nel cuore della tradizione siciliana, trasformando ingredienti semplici in una vera delizia per il palato. Questi dolcetti, perfetti da servire come fine pasto o per una pausa golosa, promettono di conquistare tutti con il loro gusto unico e la loro consistenza invitante.

“Giusina in cucina”: gigi eoliani di Giusina Battaglia – Dettagli Ricetta

Tempo di preparazione 40 minuti (+30 minuti di riposo)
Numero di persone 4
Tempo di cottura Varia in base alla frittura
Tempo totale Circa 1 ora e 10 minuti

“Giusina in cucina”: gigi eoliani di Giusina Battaglia – Ingredienti

  • 375 g di farina 00
  • 20 g di strutto
  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo
  • 20 g di zucchero
  • Scorza grattugiata di 1 limone
  • Mezzo bicchiere di Malvasia (o Marsala)
  • Olio per friggere
  • 300 ml di vino cotto
  • Zucchero a velo
  • Cannella in polvere

“Giusina in cucina”: gigi eoliani di Giusina Battaglia – Procedimento

Il primo passo è lavorare la farina con lo strutto. Procedete con movimenti rapidi al fine di ottenere una consistenza sabbiosa. Aggiungete poi le uova, il tuorlo, lo zucchero e la scorza di limone grattugiata. Mentre impastate, incorporate poco per volta il Malvasia (o Marsala) fino ad ottenere un impasto omogeneo, liscio e compatto. Avvolgete il panetto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per almeno 30 minuti in frigorifero.

Trascorso il tempo di riposo, create dei serpentelli dall’impasto e tagliateli in piccoli pezzi, simili a gnocchetti. Fate scaldare abbondante olio in una padella e friggete i pezzi di pasta fino a quando non assumono un colorito dorato e croccante. A cottura ultimata, disponete i gigi su un foglio di carta assorbente per eliminare l’eccesso di olio.

Mentre i gigi riposano, riscaldate il vino cotto in un pentolino per renderlo più fluido, dopodiché unire i gigi fritti e mescolate bene per amalgamarli con il sapore del vino. Servite questi scrigni di bontà con una generosa spolverata di zucchero a velo e cannella per un contrasto di sapori che esalterà il gusto dei gigi eoliani.

“Giusina in cucina”: gigi eoliani di Giusina Battaglia – Consigli e Varianti per la Ricetta

Se desiderate variare la ricetta di questi tradizionali dolcetti siciliani, potete sostituire la Malvasia con altro vino dolce della vostra preferenza per conferire un gusto differente all’impasto. Inoltre, per un tocco in più, potreste aggiungere all’interno dell’impasto dei pezzettini di mandorle o noci tritate per un contrasto di consistenze. Un’altra piacevole variante può essere l’aggiunta di spezie come il cardamomo all’impasto, che conferirà ai dolcetti un aroma particolarmente intrigante. Ricordate sempre di gustare i gigi eoliani in compagnia, perché la condivisione rende ogni boccone ancora più delizioso!

Torna in alto