“É sempre mezzogiorno” ricetta di oggi 23 febbraio: pizza bufalina di Fulvio Marino

La pizza è un piatto che evoca il senso di convivialità e condivide il calore di speciali momenti in compagnia. La variante proposta dal bravo Fulvio Marino, una pizza bufalina rappresenta la quintessenza della semplicità abbinata alla gustosità dei prodotti di eccellenza della tradizione italiana, in particolare della Campania. Seguiamo attentamente il procedimento per assicurarci di riprodurre questa delizia nel modo più fedele possibile.

“É sempre mezzogiorno”: pizza bufalina di Fulvio Marino – Dettagli ricetta

Tempo di preparazione Tempo di cottura Tempo totale Numero di Persone
10 min + lievitazione 16 min 4h 26min 2 pizze (28 cm di diametro)

“É sempre mezzogiorno”: pizza bufalina di Fulvio Marino – Ingredienti

  • 500 g farina tipo 0
  • 3,5 g lievito di birra
  • 11,5 g sale
  • 20 ml olio extravergine d’oliva
  • 350 ml acqua
  • Passata di pomodoro
  • Mozzarelle ciliegino di Bufala

“É sempre mezzogiorno”: pizza bufalina di Fulvio Marino – Procedimento

Seguendo i passi suggeriti da Fulvio Marino, iniziamo la nostra preparazione con grande attenzione ai dettagli che fanno la differenza. In una ciotola capiente versiamo la farina e aggiungiamo 300 ml di acqua, mescolando per amalgamare leggermente gli ingredienti. Lasciamo riposare il tutto per 30 minuti; ciò permetterà di idratare la farina e facilitare l’attivazione del glutine.

Proseguiamo aggiungendo il lievito di birra, precedentemente sbriciolato, assieme alla metà dell’acqua rimanente, mescolando con un cucchiaio di legno per favorire l’assorbimento. A questo punto, introduciamo il sale insieme all’acqua ancora non utilizzata, e iniziamo l’impasto vero e proprio, prima con il cucchiaio e poi con le mani, per qualche minuto.

Versiamo l’olio extravergine d’oliva nell’impasto e lavoriamo energicamente, fino a quando non sarà completamente assorbito. Copriamo la ciotola con un canovaccio umido e lasciamo riposare il tutto a temperatura ambiente per 2 ore. È il momento di dividere l’impasto in due parti uguali, che ripieghiamo su se stesse portando i lembi esterni verso il centro, in modo da formare due sfere lisce. Poniamole in ciotole oliate, alte e strette, copriamo con pellicola trasparente e lasciamo lievitare per altre 2 ore a temperatura ambiente.

Trascorso il tempo di lievitazione, trasferiamo ciascuna pallina di impasto su una teglia da 28 cm ben oliata e stendiamo delicatamente l’impasto con le mani fino a raggiungere i bordi, prestando attenzione a non schiacciare troppo. Se l’impasto dovesse risultare particolarmente elastico, concediamogli un riposo supplementare di 30 minuti. Procediamo con la conditura: distribuiamo uniformemente la passata di pomodoro sulla superficie della pizza, avendo cura di non esagerare con le quantità.

Inforniamo in forno preriscaldato a 250°C, in modalità statica, per 12 minuti. Successivamente, adagiamo con cura le mozzarelle ciliegino di Bufala, precedentemente asciugate, sulla superficie della pizza e inforniamo nuovamente per altri 4 minuti, o fino a quando il formaggio non avrà raggiunto la consistenza desiderata. Sforniamo e concludiamo la preparazione con un filo di olio extravergine d’oliva a crudo e qualche foglia di basilico fresco per decorare e aggiungere profumo.

“É sempre mezzogiorno”: pizza bufalina di Fulvio Marino – Consigli e Varianti per la ricetta

Per aggiungere un tocco personale o sperimentare nuovi sapori, considera di arricchire la tua pizza bufalina di Fulvio Marino con ingredienti della tua scelta. Una spolverata di parmigiano reggiano grattugiato prima di infornare la pizza darà un ulteriore strato di sapore. Nel periodo estivo, decorare con fette di pomodoro fresco e basilico dopo la cottura può offrire una nota più fresca e leggera. Per gli amanti delle verdure, aggiungere spinaci saltati o carciofini tagliati finemente prima della seconda cottura può essere un’ottima variazione. Ricorda sempre di usare ingredienti di qualità per assicurarti un risultato degno di una vera pizzeria napoletana.

Torna in alto