Terra amara, puntata 28 maggio: Yilmaz si mette alla ricerca di Zuleyha: l’amore vince su tutto?

La prossima puntata di Terra Amara, in onda su Canale5 domenica 28 maggio alle 15:00, promette di essere ricca di colpi di scena. Hunkar e Fekeli si metteranno alla ricerca di Demir, marito di Zuleyha, che l’ha prelevata minacciandola con una pistola.

A casa Yaman, Mujgan racconterà di aver inviato un video compromettente che ritrae la signora Altun e Yilmaz insieme. Demir porterà Zuleyha in un bosco e, sospettando di essere stato tradito, la minaccia con la pistola ma la situazione diventerà preoccupante quando si sentono degli spari.

Yilmaz, intanto, si metterà alla disperata ricerca di Zuleyha. Quali conseguenze avrà il rimandare del suo fidanzamento? L’amore e la fedeltà verranno messi alla prova: non perdete la prossima puntata di Terra Amara!

Hunkar e Fekeli cercano Demir

Durante la prossima puntata di Terra Amara, in onda domenica 28 maggio su Canale5 alle 15:00, Hunkar e Fekeli si metteranno alla ricerca di Demir, il marito di Zuleyha, che l’ha prelevata minacciandola con una pistola. A casa Yaman, Mujgan racconterà alla zia di aver inviato un video compromettente che ritrae la signora Altun e Yilmaz insieme, così Behice la rimprovererà.

Demir cerca di scoprire la verità

Demir porta Zuleyha in un bosco e, sospettando di essere stato tradito, la minaccia con la pistola. La donna proverà a convincerlo che non ha macchiato il suo onore in alcun modo. Purtroppo, la situazione diventa preoccupante quando si sentono degli spari e Demir rientra nella macchina da solo, con le mani insanguinate.

Yilmaz si mette alla ricerca di Zuleyha

In città, Yilmaz e Cetin discutono della gelosia di Hekimoglu, che impedisce al giovane Akkaya di accompagnarlo a chiedere la mano di Gulten. Nel frattempo, Yilmaz si mette alla disperata ricerca di Zuleyha. La situazione complicata della dottoressa e il rimandare del suo fidanzamento portano Sabahattin a farle ragionare. Alla fine, l’amore e la fedeltà verranno messi alla prova.

Torna in alto