Mangiare mele dopo i pasti abbassa subito lo zucchero nel sangue? sorprendente scoperta!

Le mele sono riconosciute come un super frutto benefico, con impattanti positivi che spaziano dalla cura dentale alla diminuzione dei livelli di colesterolo. Presentano un basso apporto calorico (soli 52 kcal per ogni 100 gr), tuttavia è essenziale valutarle all’interno di un regime dietetico ben bilanciato: occorre considerare l’intero apporto calorico giornaliero insieme al consumo di mele. È importante anche notare il contenuto di zuccheri delle mele, che varia in relazione alla varietà e alla maturità del frutto. Il valore dell’indice glicemico delle mele oscilla tra 30 e 50, e, sorprendentemente, possono anche contribuire alla riduzione dei livelli di zucchero nel sangue: vediamo in che modo.

Mele e Glicemia: Sveliamo il Mistero

Le mele sono un frutto ideale per coloro che lottano contro il diabete, dati i loro indici glicemici moderati e gli abbondanti benefici che offrono. Riguardo alla resistenza all’insulina, sembrano che le mele abbiano la capacità di ridurre la necessità di insulina fino al 35%: un vantaggio però che si ottiene solo tramite un consumo regolare e a lungo termine. Un vecchio rimedio domestico per minimizzare subito il livello di zucchero nel sangue consiste nel mangiare una mele a fine pasto, promuovendo il rilascio di enzimi che modulano l’assimilazione degli zuccheri.

Le Virtù Nascoste delle Mele

Le mele possono decrementare i livelli di colesterolo nel sangue. Sono ricche di fibre, che favoriscono il senso di sazietà e un regolare transito intestinale, prevenendo sia la diarrea che la stitichezza. Il loro alto contenuto di acidi e pectine beneficia la digestione e ha un’azione di sbiancamento sui denti. Questo frutto contribuisce al miglioramento della salute orale non solo attraverso la masticazione, che fortifica le gengive, ma anche grazie agli antiossidanti che vi sono contenuti. Le mele offrono anche una discreta quantità di Vitamina C (4,6 mg) e calcio (6 mg), nonché di magnesio e potassio, mentre il ferro è, al contrario, presente in tracce insignificanti.

Torna in alto