Le prugne fanno male allo stomaco? Ecco la sconvolgente risposta, attenzione

I benefici nutritivi delle prugne

Sebbene siamo soliti correlare le prugne ad un ruolo “digestivo”, in realtà queste offrono un’ampia varietà di nutrienti, rendendole un’ottima integrazione alimentare. Le prugne possono essere consumate sia fresche che secche, ma qual è l’eventuale effetto avverso che possono avere sullo stomaco e, pertanto, sul sistema digestivo in generale? La risposta non è così lineare come potrebbe sembrare.

L’opinione del nutrizionista

Le prugne appartengono al variegato gruppo delle pruna, che comprende anche la susina, virtualmente identica alla prugna dal punto di vista biologico. Questi frutti hanno una notevole capacità di fronteggiare problemi di stitichezza, grazie alla loro azione regolatrice, drenante e disintossicante, sia per l’abbondanza di acqua (che costituisce circa l’80% dello spazio edibile del frutto), sia per la presenza dinumrosi minerali, tra cui magnesio, fosforo, ferro e zinco. Inoltre, contribuiscono a stimolare il metabolismo, qualità molto apprezzata da sportivi e persone fisicamente attive.

Prugne e regimi dietetici

Le prugne vengono spesso incluse in diverse diete e programmi alimentari mirati alla perdita di peso. Il loro effetto stimolante sul metabolismo, però, è più un “impulso” che un vero e proprio fattore di diminuzione del peso. Di contro, le prugne sono molto efficaci nel mantenere equilibrati i livelli di glucosio nel sangue, a condizione che non vengano consumate in eccesso. Nonostante il loro sapore dolce, infatti, contengono un apporto calorico e glicemico sicuro ed equilibrato.

Possibili effetti collaterali delle prugne

Sebbene le prugne siano in generale un alimento salutare – grazie, ad esempio, alla loro potente azione antiossidante – individui affetti da colite o gastrite potrebbero riscontrare dolori addominali in seguito al loro consumo eccessivo. Questo deriva dal fatto che l’effetto stimolante delle prugne sul metabolismo può rivelarsi problematico per queste condizioni. Anche coloro che soffrono di sindrome dell’intestino irritabile potrebbero riscontrare disturbi allo stomaco, incluso spasmi.

Prugne e maternità

È importante notare che le future madri dovrebbero moderare il consumo di prugne durante l’allattamento: il loro effetto lassativo potrebbe causare feci troppo liquide nel neonato.


Tutte le nostre anticipazioni e Trame anche su Telegram: Clicca su seguici e Iscriviti al Canale
SEGUICI